Blog

Il Conto Termico

Il Conto Termico
01 Aug

Il Conto Termico

Come adeguarsi alle nuove normative senza svenarsi.

Il Conto Termico 2.0, entrato in vigore il 31-05-2016, è un incentivo europeo che potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno agli italiani per interventi sul miglioramento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Conto Termico 2.0 è un incentivo erogato dal GSE (Gestore Servizi Energetici) e prevede un contributo in denaro sull'acquisto di una nuova stufa, termostufa, termocamino e caldaia a biomassa per chi sostituisceun generatore preesistente ed energeticamente più carente.

Percio' se hai una stufa/caldaia datata e la vuoi cambiare, rivolgiti a noi !

- faremo un sopralluogo GRATUITO indicando la migliore soluzione per il vostro impianto,

- controllaremo se il tuo impianto è a norma ed eventualmente se non lo è possiamo adeguarlo,

- faremo un preventivo GRATUITOE SENZA IMPEGNO per la sostituzione della tua stufa, CHIAVI IN MANO!

- in caso di accettazione del preventivo, faremo la foto della vecchia installazione,

- sostituiremo la stufa/caldaia,

- faremo foto della nuova istallazione,

- ci occuperemo dello smaltimento della tua vecchia stufa,

- entro 90gg dalla richiesta, ti verrà restituito sul tuo conto corrente il contributo per intero se sotto ai 5000€, in due rate se superiore.(sul sito GSE sono descritte tutte le procedure e i contributi. Sul sito Ravelli sono indicati i contributi che ricevono le singole stufe).

I soggetti che possono accedere al Conto Termico 2.0 sono Pubbliche Amministrazioni, Soggetti Privati, intesi come persone fisiche, condomini,e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agricolo,che sostituiscono un vecchio apparecchio di per la climatizzazione invernale (a gasolio, olio comustibile, GPL o biomassa) con un nuovo apparecchio ad alta efficienza energetica alimentato da fonti rinnovabili come stufe, camini e termocamini a pellet.

Il contributo, che può essere al massimo del 65% delle spese sostenute per realizzare l'intervento, varia in funzione:

- alla potenza nominale dell'impianto, ovvero la somma delle potenze nominali, come dichiarate dal costruttore, degli impianti oggetto dell’intervento.

- alle emissioni di polveri in atmosfera rilasciate dall'impianto.

- alla zona climatica in cui sarà installato il prodotto, in relazione alle ore medie di funzionamento di ciascun comune e provincia (controllare sul sito Ravelli)

Il Conto Termico 2.0 ti permette di metterti in regola con le nuove normative sui generatori di calore a combustibile solido, caminetti e stufe a legna o pellet, per le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto.

Le nuove regole riguardano gli impianti a legna al di sotto dei 300 metri di altezza. I generatori di calore a biomassa legnosa di stufe e caminetti per poter continuare a lavorare, in caso di superamento dei limiti delle emissioni ambientali (nei Comuni con popolazione superiore ai 30.000 abitanti), dovranno essere classificati almeno 3 stelle dal 2019. Mentre per le nuove installazioni, i generatori di calore dovranno essere almeno 4 stelle dal 2019.